Google plus local e Google Hotel Finder, tutto quello che stai rischiando a non esserci

Google plus local è una delle novità di Google+. Arriva dalla fusione, ancora in corso, di Google Places con la social platform di Google.

Le potenzialità di questo strumento sono tantissime, soprattutto per gli hotel.

Da qualche tempo, soprattutto in lingua inglese, anche se si è vista qualche apparizione in italiano, è presente un box che rimanda a Google Hotel Finder.

Google Hotel Finder ricerca Google
Google Hotel Finder ricerca Google

Il box è chiaro ed evidente, appare appena sotto ai risultati sponsorizzati e prima dei risultati organici. Se state cercando un hotel a Roma sarete molto attratti da un box che vi presenta i prezzi più bassi per gli hotel (infatti 27€ per un hotel a roma sono pochi) e soprattutto dalla possibilità di cercare con delle date. Google Hotel Finder, per fare un paragone e per capire meglio, è il tripadvisor di Google.

Infatti utilizza i dati di Google Places, ora Google plus local, per mostrare gli hotel e i prezzi collegati alle OTA più conosciute (come booking.com o venere).

Per esserci con i prezzi basta essere presente in uno di questi portali.

Sembra quindi chiaro che gran parte del traffico verrà dirottato verso questo servizio ed esserci o non esserci farà la differenza.

Cosa centra questo con Google+ local?

Proviamo a guardare un hotel fra quelli proposti.

Google Hotel Finder
Google Hotel Finder

Le informazioni, le foto e le recensioni sono di Google+ local.

La pagina panoramica ci presenta le foto dell’hotel, i suoi servizi, il punteggio, le recensioni e la posizione.

Una delle prime cose che vado a vedere di un hotel, oltre al prezzo, sono le foto e i pareri degli utenti.

Adesso immaginate di avere delle foto brutte o dei pareri negativi. Secondo voi un utente che arriva al vostro hotel e nota recensioni negative prenoterà mai?

Molto probabilmente non porterà a termine la sua conversione.

Se l’hotel non ha la foto nella propria scheda di local in Google Hotel Finder apparirà un’immagine generica, che porterà sicuramente minori visualizzazioni e quindi minori prenotazioni.

Considerando che il box che collega a Google Hotel Finder è bene in vista, che ci sarà la possibilità di promuoversi con offerte, che l’utente può prenotare facilmente confrontando i prezzi, che si vedono in un colpo d’occhio le recensioni e i prezzi ha ancora senso non essere presenti e non curare la propria presenza su Google+ local attraverso una pagina local?

E’ sempre più importante non solo essere presenti, ma anche curare la propria presenza e reputazione su Google plus local.

Update: Google Hotel Finder è arrivato in italia

google hotel finder italia
Google hotel finder italia

Google Hotel Finder è arrivato anche in Italia in data odierna. Oltre a questo nuovo arrivo sembra ci sia stato un rimescolamento della SERP.

Il box è presente in ogni pagina in cima ed è ben visibile, chissà che modifiche avrà sulle visite e sulle prenotazioni.

La SERP sembra migliorata, infatti dalle SERP che monitoro sono spariti o scesi di parecchio alcuni siti che avevano acquistato link, anche se qualche EMD è in ottime posizioni.

Una bella novità per l’Italia e per Google Hotel Finder.

3 comments on “Google plus local e Google Hotel Finder, tutto quello che stai rischiando a non esserci

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *