Grotte del Caglieron

Ti sei mai avventurato in una grotta? Un percorso semplice per tutti, piccoli, grandi ed anziani. Un po’ naturali e un po’ artificiali queste grotte si presentano bene per un paio d’ore di escursione, con annesso pic nic.

Le grotte del Caglieron si trovano nel comune di Fregonia, in provincia di Treviso. La località da raggiungere è Breda.

[huge_it_maps id=”4″]

Queste cavità si trovano vicino al Cansiglio e a pian Cavallo e possono quindi essere un ottimo punto di appoggio.

NOTA BENE
Come in ogni escursione in montagna i vecchietti saranno più arzilli di te
Ripeti dopo di me: non posso tuffarmi nel torrente, non posso farci il bagno
Non sei una scimmia (forse), per cui non arrampicarti fra le rocce!

La parte più affascinante di queste grotte del Caglieron è sicuramente l’ingresso, con la luce che arriva dal fondo della grotta ed illumina l’acqua e le pareti creando un effetto scintillante. Lungo tutto il percorso sono numerose le piccole cascate che si possono vedere e le fantastiche piscine naturali (dove non è possibile fare il bagno però 🙁 ).

Le pareti della forra presentano enormi cavità artificiali usate per prendere l’arenaria presente, detta anche pietra tenera o “pietra dolza”. Dal 1500 e probabilmente anche prima questa pietra veniva usata per costruire architravi e stipiti. Nelle zone limitrofe questo è chiaramente visibile nelle case e nei palazzi dell’epoca.

lo stacco del materiale veniva praticato con grossi scalpelli che hanno lasciato il segno ben visibile, sono presenti delle colonne per sostenere la volta. Tutto questo perché gli strati sono inclinati di 45 gradi.

LO SAPEVI CHE
Nelle acque si trova il Niphargus, un piccolo animaletto cieco, depigmentato, ipogeo, studiato nei laboratodi di Biospeleologia di Villa Papadopoli a Vittorio Veneto.

Le grotte del Caglieron sono state inserite nella classifica dei Luoghi del cuore del Fai, dimostrandosi un’ottima attrazione per i turisti e un luogo molto amato. In particolare nel 2016 queste grotte sono arrivate terze durante le votazioni raggiungendo 36.789 voti. Questo sopratutto grazie al Comune di Mira che si è attivato per far votare il luogo.

Molto caratteristica e particolare è anche la vegetazione delle grotte, in quanto si passa da un clima arido (quello verso sud) ad un clima più umido e non esposto alla luce, soprattutto la zona interna. Questo fa in modo che all’interno della grotta si formino dei muschi e i licheni.

Le grotte sono ideali anche per le scolaresche per la loro natura didattica e per i vari percorsi e tabelle informative che sono presenti lungo tutto il percorso.

Come arrivare alle Grotte del Caglieron

Per arrivare alle grotte prendere l’autostrada A4 direzione Belluno o Venezia, uscire quindi a Vittorio veneto Sud se si proviene da Venezia o a Vittorio Veneto Nord se si arriva da Belluno. Non ci si può sbagliare una volta raggiunta la piccola cittadina di Fregona, la via dice tutto: Grotte del Caglieron. La via inizia a circa 900 metri dalle grotte stesse.

L’entrata si trova appena dopo il ponte sulla destra, il consiglio è di seguire il percorso consigliato in modo da non perdersi. Sono previsti dei cartelli informativi che possono rendere l’esperienza più piacevole.

RICORDATI CHE
Se non sai dove andare segui la massa, magari non arrivi dove volevi ma qualcosa lo trovi di sicuro

Il percorso delle Grotte del Caglieron

Queste grotte del Caglieron sono visitabili tutto l’anno, sia in estate che durante l’inverno, dove le cascate si ghiacciano creando degli effetti particolari.

E’ possibile mangiare o rifocillarsi in uno dei due bar presenti, quello in mezzo alle grotte e quello vicino ai parcheggi.

Il percorso è lungo circa 1km e si snoda fra diverse grotte. Dopo aver attraversato il ponte ed essere scesi lungo il sentiero prendiamo la destra e passiamo sotto il ponte appena attraversato a piedi costeggiando il torrente Caglieron.

La grotta dei Breda è la prima che incrociamo sulla destra, con delle colonne inclinate che sembrano sostenere la struttura arenaria. La grotta di San Lucio è la seconda che si attraversa e che ci permette di scendere. Tale nome arriva dal caseificio Agricansiglio. Per passare fra queste due grotte si affronta una passerella in legno che ci permette di godere di una vista dall’alto delle grotte del Caglieron.

Una volta terminato il percorso all’interno della grotta con un passaggio un po’ stretto dove è necessario accucciarsi per passare, si arriva ad un percorso attrezzato fino ad un antico mulino, ora trasformato in ristorante. E’ possibile scendere poco più giù arrivando ad un vecchio mulino ancora in azione e quindi risalire verso la fine del parco e delle grotte. Come ultima tappa è possibile vedere alcune vecchie case, che a volte vengono adibite ad ospitare mostre.

Il percorso finisce con una rapida salita verso la strada da dove sarà possibile vedere la grotta di Santa Barbara, ora centro didattico. Una volta questa grotta veniva usata come fungaia.

Un’altra piccola grotta da visitare è quella posta oltre il ponte sopra una piccola gradinata dedicata alla madonna.

La temperatura è costate in alcune zone della grotta, specialmente le più profonde e la totale assenza e diminuzione dela luce porta alla creazione di microclimi di interesse a livello botanico e zoologico.

Informazioni utili

Ecco alcune informazioni per visitare le grotte del Caglieron

NOTA BENE
Presta attenzione alle passarelle di legno bagnate, potresti scivolare con un risultato che potrebbe essere molto apprezzato da chi ti guarda
Per i più pazzi è possibile raggiungere le grotte dal percorso 1037B Sentiero Pont de Fer (45 min.)

  • Non è previsto alcun costo per visitare le grotte, ma bisogna pagare il vicino parcheggio
  • Le grotte sono aperte dalla mattina fino a sera, senza alcun limite
  • Non è possibile passare con passeggini o carrozzine
  • Gli animali devono stare al guinzaglio (anche per evitare che cadano)
  • Una parte del percorso è composta da passarelle di legno bagnate, è quindi importante prestare moltissima attenzione
  • I parcheggi si trovano o in città o direttamente sul luogo, la distanza dalla città alle grotte è di circa 2km
  • grotte del Caglieron altitudine: 300 metri circa

Ci sono delle visite guidate ogni domenica dalle 10.00 alle 11.30 con ritrovo all’Info Point.

Grotte del Caglieron dove mangiare

Il Ristorante alle Grotte (Alle Grotte Da Nereo) è il locale che si trova proprio a pochi passe dalle Grotte del Caglieron. Nasce dalla ristrutturazione di un antico mulino, luogo ideale per pranzare o semplicemente bere qualcosa ammirando il bellissimo panorama che lo circonda.

Oltre alla zona pubblica esiste anche una saletta privata in pietra dove scorre l’acqua, sotto al grande tavolo centrale, proprio quell’acqua che un tempo muoveva la ruota del mulino.

Altri locali si trovano sempre nelle vicinanze delle Grotte, come:

  • Osteria Cal dei Cavai
  • Osteria Ristorante Piai
  • Osteria Con Cucina Chies Milva
  • Osteria Da Franco
  • Agriturismo il Bosco
  • Ristorante Le Macine
  • Dal Selvaggio
  • Ostaria la Giraffa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *